Quando fioriscono i bucaneve: riflessione, ricordo e speranza


a cura di Ilaria Vergine

 

Prende vita sul palco di Teatroindirigibile un testo che nasce dalla penna della regista Benedetta Scillone e che porterà il pubblico in un luogo lontano: la Russia.
Grazie ad una retorica ricercata, lo spettacolo condurrà lo spettatore a scontrarsi con una importante pagina del ‘900: le conseguenze della Rivoluzione Bolscevica.
Saranno protagoniste dello spettacolo le vicende delle donne che attendono di poter entrare in contatto con i loro cari detenuti all’interno del lager (o Gulag) il cui ingresso è controllato da due soldati. 
Perché recarsi a teatro per vedere questo spettacolo?

Read More …

Sarto per Signora: una commedia bella, dove un “vero” sarto non c’è


a cura di Ilaria Vergine

 

Prepararsi ad assistere a uno spettacolo che narra le memorie di un sarto e della sua attività professionale? No, niente affatto. Il titolo dello spettacolo rispecchia uno dei classici modi di dire inseribili nella sfera del senso comune: niente è come sembraFeydeau, l’autore, costruisce il titolo su una piccola bugia e così suggerisce già allo spettatore il tratto di personalità che più caratterizza il protagonista nel suo relazionarsi con gli altri personaggi: l’essere bugiardo. Infatti, le vicende riguardano un periodo della vita di un medico, che si trova a gestire i problemi creati dalle proprie piccole bugie riguardanti la sua vita amorosa e non solo. Vi è, inoltre, un aspetto estremamente interessante di quest’opera che si può cogliere dalla prima lettura del copione o dalla prima messa in scena. Feydeau gioca fin dalle prime scene con uno degli aspetti più interessanti della mente umana: l’attenzione.

Read More …