Quando fioriscono i bucaneve: riflessione, ricordo e speranza


a cura di Ilaria Vergine

 

Prende vita sul palco di Teatroindirigibile un testo che nasce dalla penna della regista Benedetta Scillone e che porterà il pubblico in un luogo lontano: la Russia.
Grazie ad una retorica ricercata, lo spettacolo condurrà lo spettatore a scontrarsi con una importante pagina del ‘900: le conseguenze della Rivoluzione Bolscevica.
Saranno protagoniste dello spettacolo le vicende delle donne che attendono di poter entrare in contatto con i loro cari detenuti all’interno del lager (o Gulag) il cui ingresso è controllato da due soldati. 
Perché recarsi a teatro per vedere questo spettacolo?

Read More …

Intervista al regista


a cura di Benedetta Scillone

Se c’è una cosa che amiamo fare a Teatroindirigibile sono gli esperimenti. Esperimenti con le persone, le tematiche, i generi teatrali, i coinvolgimenti emotivi di una parte; e lo spettacolo che andrà in scena sabato 24 novembre è uno di questi. La prima delle “Prime mogli”, testo ispirato al famosissimo film degli anni Novanta “Il club delle prime mogli”, si avvicina e siccome noi siamo molto pettegoli e non vogliamo aspettare il sabato, abbiamo deciso di curiosare dietro le quinte, avvicinando la figura misteriosa e plenipotenziaria del regista, Yuri Maritan, e di sottoporlo ad alcune domande e curiosità.

Read More …

Sarto per signora, 05 e 12 maggio 2018

di Georges Feydeau
Regia di Benedetta Scillone
Compagnia Teatroindirigibile

Georges Feydeau, considerato uno dei grandi autori del teatro francese, è l’autore del celebre Sarto per Signora (1886), vaudeville tra i più frizzanti e divertenti, capolavoro di leggerezza, in cui tutto scorre veloce ma con un meccanismo preciso e coinvolgente. La “belle epoque” parigina è lo scenario delle avventure galanti del Dottor Moulineaux. Libertino e gran bugiardo, Moulineaux, sposato da poco con Yvonne, non riesce a frenare la sua innata natura di corteggiatore. Infatti, non sarà una mattina pigra e sonnolenta come le altre, quella che dà il via alla commedia: il letto del novello sposo è rimasto per tutta la notte intatto e nonostante gli sforzi e la complicità del fedele maggiordomo, la moglie l’ha inevitabilmente scoperto. Inizia così una briosa commedia degli equivoci, dove i vertiginosi colpi di scena e le battute esilaranti costruiscono un inarrestabile carosello di tradimenti, malintesi, menzogne che rendono la “pochade” scritta da  Feydeau un’attualissima rappresentazione dei (molti) vizi e delle (poche) virtù della natura umana.

Prenotazioni a partire da: sabato 28 aprile 2018