La Recensione: “Fiori d’acciaio”

di Francesca Perissinotto

 

Sei talenti animano la scena figinese di Fiori d’acciaio – Steel Magnolias di Robert Harling, per la regia di Giacomo Cattaneo.

Il testo propone l’immagine di un salone di bellezza di paese. Sei donne, l’una all’opposto dell’altra, si ritrovano ciclicamente a condividere fatti personali, pettegolezzi e risate tra una piega e un taglio. Prima ancora che ne Il club delle prime mogli (1996), Harling però dimostra la capacità di cogliere tutte le profondità, i dubbi, ma soprattutto la forza incrollabile dell’essere femminile, che, ben nascosti dietro atti frivoli, permettono di affrontare la vita senza darle troppo peso. Sul palco, l’ironia si scontra infatti con alcuni dei momenti più difficili dell’esistenza delle protagoniste, in un crescendo di tensione emotiva spezzato ritmicamente dall’unica, vera arma femminile: la leggerezza, sostenibile soltanto dalla forza invincibile di una donna. Read More …

La Recensione: “Arsenico e vecchi merletti”


a cura di Francesca Perissinotto

 

Arsenico e vecchi merletti di J. O. Kesselring, Benedetta Scillone alla regia, un cast di giovani attori e del vino di sambuco: queste le premesse di sabato 14 Febbraio 2015 a Teatroindirigibile.

Nel 1939, Brooklyn somiglia a uno di quei ideali paesi di provincia in cui tutti conoscono tutti: il pastore e sua figlia Helen, il solito poliziotto che fa la ronda (magari fermandosi per un caffè), le signorine nubili che ospitano le anime sole per un pasto caldo e un bicchiere di vino. Ed è in questo contesto che Mortimer, nipote delle due signorine Brewster, sta pensando di mettere su famiglia con Helen. Ma come ci insegna il teatro, l’apparenza raramente non nasconde qualcosa. O meglio, qualcuno – perché non 12 cadaveri sepolti in cantina? O a Panama, perché in effetti lo zio Teddy pensa che la cantina sia Panama Read More …

La Recensione: “Otto donne e un mistero”


a cura di Francesca Perissinotto

 

Una sola parola può descrivere la messa in scena di Teatroindirigibile di “Otto donne e un mistero”: esplosiva.

Nata dalla mano del drammaturgo Robert Thomas nel 1958 e portata alla fama popolare dal registra cinematografico François Ozon, la vicenda narra del ritrovamento del cadavere di Marcel, padre di famiglia, assassinato nella sua stanza. Nella casa si trovano in quel momento sette donne Read More …