La Recensione: “Pinocchio” – Voci dal di fuori


a cura di Giorgio Agosta del Forte

 

PREMESSA

TeatroIndirigibile deve fare una confessione.

Dovete sapere che negli ultimi mesi, il teatro ha investito molto nella sezione: comunicazione e sviluppo, riunendo la crema dei più brillanti scrittori, comunicatori e cuochi del mondo.
Cosa c’entrano i cuochi? I cuochi c’entrano perché, come insegnavano i latini, mens sana in corpore sano.
Durante uno di questi goliardici meeting, tra un piatto di tagliatelle su un letto di verdure spolverate di tartufo e qualche bicchieri di Barbera del ’96, è diramata l’idea di assoldare agenti segreti per ascoltare i pareri e i commenti degli spettatori, a spettacolo concluso.

Di seguito, ciò che è emerso dal Pinocchio.

Read More …

Pinocchio, 13, 20 e 21 maggio 2017

Liberamente tratto dal libro di Carlo Collodi
Regia di Giacomo Cattaneo e Claudio Riva
Compagnia Teatroindirigibile

Dopo Il Piccolo principe, Teatroindirigibile e la band 360gradi tornano ad affrontare insieme un altro classico della letteratura, Le avventure di Pinocchio, storia di un burattino, di Carlo Collodi. Lo spettacolo, rivolto a tutti “i bambini da 7 a 77 anni”, è una rilettura della celebre fiaba collodiana attraverso la parola e il gesto teatrale che in scena interagiranno con le canzoni e le musiche originali dei 360gradi, interpretate dal vivo. Una compagnia di saltimbanchi, attori e musicisti, accompagnerà il pubblico figinese in una inusuale rilettura di un personaggio universale e condiviso nella memoria di tutti, che appartiene da oltre un secolo all’immaginario collettivo di tutto il mondo.

Prenotazioni a partire da: sabato 06 maggio 2017

La Recensione: “Nathan il saggio”


a cura di Francesca Perissinotto

 

Vent’anni fa, Teatroindirigibile nasceva per mettere in scena Nathan il saggio, capolavoro di Gotthold Ephraim Lessing. Vent’anni dopo, le scene, gli attori, gli applausi, in un contesto più attuale che mai.

I fatti portati in scena sono ambientati nella Gerusalemme della terza crociata. Protagonisti sono Nathan (Claudio Riva), Saladino (Roberto Orsenigo) e un templare (Stefano Livio). Graziato da Saladino per un’insolita somiglianza al fratello Assad, mancato da due decenni, il giovane templare vede una casa bruciare e, senza pensarci troppo, salva la giovane donna al suo interno, Recha (Sofia Orsenigo). Al ritorno dai suoi viaggi di mercante, Nathan Read More …