La Recensione: “Niente sesso, siamo inglesi”


a cura di Francesca Perissinotto

 

Quattro mani hanno dato alla luce “Niente sesso, siamo inglesi” e quattro mani servono ad applaudire i talenti, diretti dalla visione di Carlo Verga, che hanno animato ieri sera il palco figinese.

Anthony Marriott e Alistair Foot trascinano il pubblico nelle rocambolesche reti di una farsa dai ritmi frenetici e “caldi”: protagonisti della vicenda sono in primo luogo i novelli sposini inglesi Peter e Frances Hunter (Yuri Maritan e Brenda Solenne), i quali, nella speranza di ricevere una collezione di cristalli scandinavi, si ritrovano a dover gestire ben altri tipi di “pacchi” Read More …

La Recensione: “Nel bel mezzo di un gelido inverno”


a cura di Francesca Perissinotto

 

Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori:essi hanno le loro uscite e le loro entrate;
e una stessa persona, nella sua vita, rappresenta diverse parti.
Shakespeare, “As you like it” (1623)

La celebre citazione shakespeariana riassume perfettamente l’anima di “Nel bel mezzo di un gelido inverno”, portato in scena dal regista Renzo Mariani il 12 e 13 aprile sul palco figinese.

L’ironica mise propone infatti due intense settimane di vita dell’attore Joe Harper, disoccupato da un anno, che decide di rimettersi in gioco allestendo una versione “libera e sperimentale” della tragedia per antonomasia “Amleto”. Problemi finanziari e un ritmo incalzante fanno da sfondo alla crescita, artistica e personale, di una compagnia improvvisata, eterogenea e decisamente sopra le righe Read More …

La Recensione: “Amleto”


a cura di Francesca Perissinotto

 

Prima versione definitiva copia

L’eternità guida la visione viscerale dell’Amleto di Renzo Mariani; un’eternità ossimorica, chiusa, ciclica, eppure ricca, nelle ombre delle sue osservazioni, delle profondità caleidoscopiche degli abissi.

Ombre e luci muovono appunto la vicenda, le cui opposizioni si incarnano nella mente spezzata di un giovane principe: da poco orfano del padre, assiste impotente alle nozze della madre con lo zio, ad un solo mese di distanza dalla perdita. Il disgusto è incatenato tuttavia a Dio, che ferma le mani del giovane contro il suicidio, ed è incatenato alla visione dello spettro del padre. Demone malefico o monito, non è dato saperlo Read More …